Design Mysa a 33 Punte

Perche' Mysa ha scelto lo speciale design dei suoi fiori a 33 Punte a densita' Bilanciata: Balanced Density Ratio Mysa®?

La caratteristica che ha fin ad oggi garantito il successo dei tappetini Mysa rispetto alla concorrenza , e’ stata rappresentata dall’ormai celebre design a 33 punte dei suoi elementi circolari per agopressione stimolatori con azione propriocettiva.

Un numero sempre piu’ alto di operatori del benessere e delle terapie naturali ha potuto appurare la maggiore capacita’ dei fiori a 33 punte piramidali a densita bilanciata (Balanced density Ratio Mysa®) nel garantire la massima e piu’omogenea acu-pressione delle punte, quindi lo stimolo piu’ completo ed equilibrato delle punte per agopressione su ogni centimetro di superficie corporea che viene messa a contatto con il tappetino, e questo per qualsiasi corporatura, o peso corporeo, della persona che lo utilizza. 

Abbiamo lavorato tanto per ottenere i nostri fiori a 33 punte propiocettive a densita' bilanciata, la consistenza ottimale' dell'imbottitura, la dimensione ideale del tapeptino... che sarebbe assurdo non utilizzarli su qualsiasi versione e modello dei nostri tappetini fioriti Mysa!

Un numero non ottimale di punte, infatti, ci vedrebbe costretti a "rimediare" al problema, adottando versioni che, ad es.: posseggono piu' o meno punte, o magari leggermente piu' lunghe, etc.. per determinati utilizzi, pesi corporei, o mutate sensibilita' al dolore, o, addirittura, livello... di esperienza.

Cio' creerebbe solo confusione tra gli utilizzatori, costringendo chiunque lo voglia usare per diversi scopi (es: yoga, ed effetto mio-rilassante), oppure intenda condividerlo con altri componenti della famiglia, o solo perche' diventato piu' "esperto" o "avanzato", di dotarsi di piu' tappetini, oppure di doverlo cambiare di continuo!

Noi siamo molto orgogliosi e soddisfatti dei nostri fiori a 33 punte stimolanti e propiocettive (e non solo per il numero, bensi' per la caratteristica piramidale bilanciata del design, che si adatta al peso e struttura corporea) che non dovremo mai ripiegare su diverse versioni, per sopperire ai limiti!

Fiori con piu' o meno punte, e' importante sottolinearlo, non danno comprovati maggiori benefici!I nostri test empirici interni Mysa ci hanno dimostrato piu' volte come fiori con meno di 30 punte comportino solo una percezione maggiore del dolore (i fachiri qui ci insegnano come un numero maggiore di punte per singola frazione di peso e superficie corporea permettono al dolore di essere minimizzato e quindi neglio tollerato), pur non garantendo maggiori benefici.

Viceversa, un numero troppo elevanto di punte per ogni fiore (oltre le 36 punte) non porta a maggiori benefci terapeutici: la acupressione e', a nostro giudizio, troppo limitata e "debole".Per non parlare delle forme "floreali" , tipo petali, ologrammi, esagonali, raffiguranti petali, figure tantriche, o immagini simili... un tappetino per agopressione deve essere benefico al massimo per il tuo corpo, senza fronzoli estetici e richiami esotici o meramente decorativi, che potrebbero solo limitarne l'efficacia nella fondamentale azione propriocettiva (stimolante del sistema neuro-motorio) .

Infine, avremo potuto creare punte piu' arrotondate o morbide... ma non sarebbero servite a niente: Un tappetino fiorito per agopressione deve garantire benessere, quindi la fruizione del dolore locale sottocutaneo deve essere ideale per poter attivare i punti riflessi e indurre cosi' lo stimolo alla produzione di endorfine da parte del nostro corpo, con effetto analgesico naturale: questa e' la "ratio" della agopressione metacutanea!

Mysa pensa alla tua schiena, per questo ha investito anni per trovare il suo design a 33 punte piramidali a densita' bilanciata, e sara' cosi' per sempre, per qualsiasi modello. Mysa si' e' conquistato il grado di Dispositivo Medico registrato presso il Ministero della Salute e quindi... DIRA' SEMPRE TRENTATRE'! Insomma... la tua schiena si merita Mysa!.


La tua Schiena si merita Mysa!

Mysa dira' sempre... 33!

La forma dei fiori con 33 punte è il segreto della superiore efficacia di Mysa e del suo enorme riscontro nei test fra gli utilizzatori e tra gli opeartori del benessere. La ragione? L’esclusivo design Mysa non ha mai tradito la configurazione originaria.

Anzi, ha sempre e solo cercato di perfezionare la forma originale, seguendo rigorosamente i dettami colui che lo “spikemat” lo ha concepito, lo ha ottimizzato lungo i decenni, ed ha trattato con successo milioni di persone. Una storia curiosa ed inedita, quanto inedito è solo il tappetino Mysa. Se decine di milioni di persone hanno trovato sollievo a svariati disturbi, in modo semplice ed estremamente economico, là dove trattamenti e medicine non avevano funzionato, dagli anni 80 con il tappetino per agopressione, ad oggi con il nostro Mysa, lo dobbiamo al Signor Иван Иванович Кузнецов.

Un Fachiro indiano? Un mistico Tibetano? No, niente di tutto ciò… un simpatico pianista: Ivan Ivanovich Kuznetsov, anche lui proveniente da un paese alquanto esotico... la cittadina di Chelyabinsk, nella Ex Unione Sovietica. Una persona mite, simpatica, appassionata, sempre prodiga di consigli e disposta a condividere la sua esperienza con la sua invenzione originale il “Kuznetsov Iplikator”, nata come semplice stuoia con puntine metalliche, ideata in modo artigianale per poter guarire il suo inventore da un suo disturbo muscolare, perfezionata poi negli anni dalla Sua Equipe, e avvalorata negli anni da decine e decine di studi clinici ed una casistica di migliaia di pazienti trattati con successo! Se vuoi leggere tutta la sua curiosa storia, clicca qui.

I dettami di Kuznetsov sulla conformazione delle punte piramidali stimolanti e propiocettive, la loro lunghezza, la loro quantità per singolo fiore, nonché la disposizione degli elementi circolari sul tappetino, a noi è ben conosciuta.

Mysa non ha mai voluto discostarsi e tradire i presupposti del nostro"maestro" Kuznetsov, visti i lusinghieri riscontri clinici ed i tantissimi riconoscimenti ottenuti negli anni.Mysa ha sempre e solo guardato alla efficacia ed alla capacità stimolatoria al rilascio di endorfine, alla stimolazione sanguigna e linfatica, alla capacità di stimolazione dei punti trigger, che le punte per acupressione devono garantire, senza compromessi con la estetica col marketing: nessun design con solo valore decorativo, niente forme ad ologramma, a petali di loto, esagoni, e nessun richiamo a derivazioni asiatiche o indiane ... che, nel caso del tappetino per agopressione, risulterebbero solo fuorvianti, ma che purtroppo si vedono ormai troppo spesso girando sul web. Il tappeto dei fachiri segue altri presupposti. I fachiri magari ci servono, nel tappeto per agopressione, solamente per dimostrare come migliaia di micropunte, distribuite su una certa superficie corporea, sono assolutamente tollerabili e non causano un dolore insopportabile.Tutto qui.

Un tappetino con micropunte stimolanti della acupressione deve lavorare in modo efficace sul tuo corpo, deve garantire la massima pressione acupressurale. Niente arazzi, niente nomi e fiori con “appeal” mistico ed esoterico e floreale… La schiena è la tua!