IL RESPIRO YOGICO COSCIENTE: LA RESPIRAZIONE NEL MYSA CHAKRA YOGA

“L’atteggiamento della mente è il massimo grado di preghiera che possa essere espresso.” Roberto Ergi

“Tutto è Mente, l’universo è mentale.” Ermete Trimegisto

La respirazione è il fulcro di ogni tecnica yoga. Il Respiro Yogico Cosciente ha come obiettivo la centratura, in quanto l’attività mentale è regolata dal respiro. Tale centratura è la coscienza del momento presente: l’essere presenti riguardo a ciò che proviamo, la consapevolezza dei nostri processi mentali.

Questa coscienza ci permette di divenire osservatori consapevoli di noi stessi, in modo da poter modificare gli stati mentali-emozionali inconsci e disarmonici, aiutandosi cone le tecniche di respirazione armonica.

L’ essere presenti nel proprio centro significa equilibrio, che nel corpo è rappresentato dal chakra del cuore. Il chakra del cuore è il punto di unione fra i tre chakra spirituali superiori e i tre chakra terreni inferiori. Il respiro yogico è impostato sul livello diaframmatico, quest’ultimo ha sede proprio nella zona del chakra del cuore.

Ecco che respirare correttamente ci collega al nostro centro affettivo, dal quale trae linfa vitale (amore) tutta l’esistenza umana. E ciò per non parlare degli effetti benefici nello stesso corpo fisico, che una respirazione diaframmatica ci può’ donare, a partire dall’ incremento di ossigeno nel sangue e negli organi, fino alla quantità ed alla qualità, (veicolata dall’atteggiamento mentale positivo) di prana (energia vitale).

Tutto ciò migliora notevolmente il funzionamento generale del corpo, tanto da mantenerlo giovane e in salute molto più a lungo, rispetto a ciò che otteniamo affidandoci alla normale attività respiratoria inconsapevole. Nel respiro diaframmatico ad ogni respiro entrano almeno quattro litri di aria senza sforzo in rapporto ai 0,5 litri di aria della respirazione “normale”.

Essere nel respiro yogico consapevole ci permette di osservare, di modificare e di armonizzare lo stato psicofisico.

Nel Mysa Chakra Yoga noi proponiamo solitamente due tecniche per attivare il respiro yogico cosciente:

Primo metodo:

Ad occhi chiusi si rilassa la mandibola. Inspirazione ed espirazione avvengono tramite il naso. Si appoggia leggermente la lingua al palato superiore provocando un lieve sorriso, sentiremo una sensazione di freschezza in gola. Il ventre e l’addome sono leggermente sostenuti. Ogni volta che l’aria passa ci accorgeremo che il diaframma si muove. In questa modalità la respirazione yogica diviene corretta.

Secondo metodo:

Ecco un altro modo efficace per attivare il respiro yogico cosciente. Ad occhi chiusi rilassare la mandibola. Immaginiamo che le nostre narici siano giganti; provochiamo una sensazione di sbadiglio a bocca chiusa. Respirando dal naso, questo sbadiglio interno provocherà la semiapertura della glottide, che ci porterà nuovamente nel movimento spontaneo diaframmatico e quindi nel respiro dello yoga. Il ventre e l’addome sono sostenuti leggermente.

Nelle sequenze del Mysa Chakra Yoga la respirazione da utilizzare è quella rettangolare cosciente: in quattro tempi lenti inaliamo, tratteniamo il respiro per due tempi a polmoni pieni, esaliamo in quattro tempi, e tratteniamo il respiro per due tempi a polmoni vuoti.

Durante la respirazione saremo in ascolto del flusso dell’energia che si espande interiormente, indirizzeremo coscientemente l’energia vitale (prana) veicolata dal respiro nelle parti interessate dalla posizione assunta. Lo stato mentale emozionale sarà distaccato e sereno, un sorriso leggero sorgerà in noi.

Durante la fase di inspirazione le cellule si caricano di ossigeno e di prana: nella fase di apnea a polmoni pieni, la forza vitale incontra il suo Principio Spirituale nel nucleo della cellula stessa e si carica della sua qualità

Vivificante e riequilibrante. Durante l’espirazione l’energia e l’ossigeno così rivitalizzati vengono distribuiti ovunque e, nella pausa, a polmoni vuoti, la forza vitale e l’ossigeno vengono fissati nella materia, cioè nelle cellule, nutrendole e curandole. Si manifesta in questo modo, tramite il respiro yogico cosciente, l’unione del cielo e della terra, l’equilibrio e l’ autoguarigione della mente e del corpo fisico).

___________________________________________________________________________________________________

IL TAPPETINO PER AGOPRESSIONE E ACU-YOGA, YOGA ED AGOPRESSIONE - ISTRUZIONI , TAPPETINO PER YOGA CON MICROPUNTE, NIDRA YOGA , CHAKRA YOGA, HATA YOGA , YANTRA YOGA , SHAKTI YOGA TAPPETI